[Max e Diana]|[Consapevolezza]|[La Malattia]|[Alleanza]|[Obbiettivi]  
 

[Sommario]

 

[Informazione e svago]

 
 

[Credits]







[Complicanze post trapianto epatico]

COMPLICANZE POST-TRAPIANTO EPATICO.

Le complicanze che colpiscono un donatore di fegato post-trapianto sono scarsamente documentate dalle pubblicazioni scientifiche
Donatori di fegato, o di parte di esso, spesso incorrono in gravi complicanze post-trapianto o addirittura alla morte: questi dati, però, non trovano il giusto spazio sulla pubblicistica scientifica. L’allarme è stato lanciato nel corso del recente congresso internazionale annuale dell'International Liver Transplantation Society, tenutosi nella metropoli brasiliana di Rio de Janeiro.
In particolare, il dottor Timothy Pruett dello University of Virginia Health System di Charlottesville ha reso noto che un rilevante numero di donatori di fegato (circa il 40% dei casi) presenta complicanze e che una piccola parte di essi incontra la morte in fase post-trapianto.
“Non sono affatto noti dati precisi su questi casi – ha fatto eco Burkhardt Ringe del Center for Liver Biliary and Pancreas Disease del Drexel University College of Medicine di Philadelphia – e, nonostante ben quattro rapporti siano stati pubblicati nel 2006, non esistono dati accurati sull’effettivo numero dei donatori di fegato”.
Proprio il team guidato da Ringe ha preso in esame gli studi medici pubblicati dal 1989, da quelli a carattere divulgativo/aneddotico a sofisticati sondaggi, al fine di aggiornare il tasso di morte relativo ai donatori in vita su scala mondiale. L’obiettivo del team statunitense era quello di stabilire l’accuratezza delle informazioni raccolte, dopo aver assegnato specifici livelli di attendibilità ad ognuna delle fonti prese in esame, dai report ufficiali sui decessi a pubblicazioni realizzate da autori non coinvolti nelle terapie post-trapianto, sino a informazioni basate su comunicazione orale.
Al termine dello studio è stato possibile stimare in circa 10.000 il numero dei donatori in vita che sono stati tenuti in conto nello studio e che il range del loro tasso di sopravvivenza va dallo 0,1% allo 0.3%.

Fonte: MFL (13/07/07).

 
[Comunicazioni e News]

 
 
   

Policy - Dichiarazione - Ogni riproduzione anche parziale è vietata
Associazione NoProfit Help EpatiC - c. fiscale 95622090017
Sito ottimizzato 800x600 pixel
Aggiornato al 28 agosto 2014