[Max e Diana]|[Consapevolezza]|[La Malattia]|[Alleanza]|[Obbiettivi]  
 

[Sommario]

 

[Informazione e svago]

 
 

[Credits]







[Danni provocati dall'eccesso di proteine]

DANNI PROVOCATI DALL'ECCESSO DI PROTEINE

L'ammoniaca, prodotto finale della trasformazione delle proteine anche in piccole dosi, un veleno capace di disturbare il lavoro delle cellule del nostro corpo.
Circa il 20-35% di questa sostanza azotata deriva dalla putrefazione batterica intestinale, mentre il resto fabbricata dai muscoli durante lo sforzo fisico.
Un altro importante produttore di ammoniaca il rene.
Da qualunque sede arrivi, l'ammoniaca penetra nel sangue che la trasporta in tutto il corpo.
Essendo l'ammoniaca una sostanza dannosa, l'organismo, che ha meccanismi disintossicanti che si trovano nel fegato, la rende innocua trasformandola in urea che viene poi eliminata con l'urina.
I tessuti inondati dall'ammoniaca ritenuta, danno luogo a uno stato di auto intossicazione, spesso reso pi serio da un cattivo funzionamento del fegato dovuto ad origini virali.
Molte persone delicate, nervose e deboli sono intossicate da questa sostanza che deriva dalla degradazione di cibi proteici.
I pericoli legati a questo tipo di intossicazione sono pi concreti a causa dell'eccessivo consumo di carne di cui ogni giorno ci nutriamo.
L'ammoniaca, quando circola nel sangue a livelli superiori alla norma svolge un'azione tossica. Il sistema nervoso e muscolare sono tra i pi penalizzati degli altri. Il mal di testa, la tendenza all'assopimento la sensazione di torpore o di freddo, ronzii nelle orecchie e prurito sono i sintomi di una leggera intossicazione. Ma gli effetti nocivi pi frequenti e preoccupanti sono la debolezza muscolare e l'irritazione del sistema nervoso.
Infatti, alcuni studiosi hanno evidenziato che l'intossicazione ammoniacale un fattore importante per l'esaurimento del vigore fisico e psichico.
Il cervello sfrutta oltre il 20% dell'ossigeno presente nell'organismo.
Un eccesso di ammoniaca ostacola, da parte delle cellule del sistema nervoso, l'utilizzazione dell'ossigeno.
Il risultato l'affaticamento e l'esaurimento cerebrale.

fonte: testo di Paolo Pigozzi "cure naturali per il fegato" casa ed. Demetra.

 
[Comunicazioni e News]

 

 
 
   

Policy - Dichiarazione - Ogni riproduzione anche parziale vietata
Associazione NoProfit Help EpatiC - c. fiscale 95622090017
Sito ottimizzato 800x600 pixel
Aggiornato al 28 agosto 2014