[Max e Diana]|[Consapevolezza]|[La Malattia]|[Alleanza]|[Obbiettivi]  
 

[Sommario]

 

[Informazione e svago]

 
 

[Credits]






[Primato delle malattie epatiche in Italia]

PRIMATO DELLE MALATTIE EPATICHE IN ITALIA.

L'Italia detiene il record europeo per le malattie epatiche
Anche i lombardi contribuiscono al record negativo dell’Italia: il nostro Paese è, infatti, al primo posto in Europa per le malattie del fegato con un milione di portatori del virus dell’epatite B, un milione e mezzo di portatori del virus dell’epatite C e ben cinquantacinque decessi quotidiani per epatiti.
Sfatando una leggenda secondo la quale i lombardi, e i milanesi in particolare, siano più attenti alla prevenzione delle malattie del fegato, i gastroenterologi dell’ospedale di Cernusco sul Naviglio hanno testato la salute del fegato alla cittadinanza del comune alle porte di Milano, rivelando non poche sorprese.
Dopo aver visitato gratuitamente migliaia di cittadini di ogni età, gli specialisti hanno poi sottoposto a visite più accurate coloro che non avevano superato l’esame per la determinazione in tempo reale delle transaminasi sul sangue presso l’Unità Operativa di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva dell’ospedale cernuschese.
Dalla ricerca è emerso che la maggiore causa di malattie epatiche rimane l’eccesso di alcol: anche sotto il profilo nazionale, d’altronde, ben ventimila cittadini italiani muoiono annualmente per complicanze generate da cirrosi epatica e tumore del fegato, quinta neoplasia più frequente al mondo.
Lo studio lombardo ha poi confermato la presenza di altre cause che compromettono irreparabilmente la salute del fegato e che spesso vengono sottovalutate dai più giovani: piercing, tatuaggi e rapporti sessuali non protetti.
In ogni caso, come documentato dal continuo monitoraggio sulla mortalità per malattie epatiche effettuato da oltre venti anni dalla Unità complessa di Epatologia dell’Azienda ospedaliera Cardarelli di Napoli diretta dal Dr. Antonio Ascione, la regione Campania rimane al primo posto in questa graduatoria, soprattutto per l’elevata mortalità che colpisce le donne.

Fonte: MFL (16/07/07).

 
[Comunicazioni e News]

 

 
 
   

Policy - Dichiarazione - Ogni riproduzione anche parziale è vietata
Associazione NoProfit Help EpatiC - c. fiscale 95622090017
Sito ottimizzato 800x600 pixel
Aggiornato al 28 agosto 2014